I bambini imparano quello che vivono

La Rete offre strani intrecci. Il blog riconduce TUTTO alla persona. Su icebergfinanza, non si parla solo di finanza. Non trovi solo acronimi incomprensibili e grafici complicati. Andrea, parla di una finanza malata, vicina al collasso. Parla di ETICA, TRASPARENZA, SEMPLICITA’, ed oggi ci regala persino una bellissima (e fastidiosa) poesia che parla di… FIGLI.

La incollo. Grazie, Andrea. 🙂

I bambini imparano quello che vivono

 

 

Se i bambini vivono con le critiche,
imparano a condannare.

Se i bambini vivono con l’ostilità,
imparano a combattere.

Se i bambini vivono con la paura,
imparano ad essere apprensivi.

Se i bambini vivono con la pietà,
imparano a commiserarsi.

Se i bambini vivono con il ridicolo,
imparano ad essere timidi.

Se i bambini vivono con la gelosia,
imparano cosa sia l’invidia.

Se i bambini vivono con la vergogna,
imparano a sentirsi colpevoli.

Se i bambini vivono con la tolleranza,
imparano ad essere pazienti.

Se i bambini vivono con l’incoraggiamento,
imparano ad essere sicuri di se.

Se i bambini vivono con la lode,
imparano ad apprezzare.

Se i bambini vivono con l’approvazione,
imparano a piacersi.

Se i bambini vivono con l’accettazione,
imparano a trovare amore nel mondo.

Se i bambini vivono con il riconoscimento,
imparano ad avere un obiettivo.

Se i bambini vivono con la partecipazione,
imparano ad essere generosi.

Se i bambini vivono con l’onestà e la lealtà,
imparano cosa sia verità e giustizia.

Se i bambini vivono con la sicurezza,
imparano ad avere fede in se stessi
e in coloro che li circondano.

Se i bambini vivono con l’amichevolezza,
imparano che il mondo è un posto
bello in cui vivere.

Se i bambini vivono con la serenità,
imparano ad avere tranquillità di spirito.

Con cosa vivono i vostri figli?

Dorothy L. Nolte

Annunci

Un pensiero su “I bambini imparano quello che vivono

  1. Ciao Francesco, ogni giorno che passa mi accorgo che questo mia navigazione non è in solitaria. Ho visto in lontananza tramite un link di rimando il tuo veliero e ho messo la prua nella tua direzione. La tua presentazione è come il maestrale delle Tua Sardegna, una terra che amo, una mare senza eguali, una terra che frequento da più di 15 anni che ho nel cuore, un maestrale il tuo che riempie le mie vele e mi sprona a proseguire. Grazie e a presto Andrea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...