Il potere della collaborazione

Vero è che predicare bene è più facile del relativo razzolare, ma l’opinione espressa da Stefano Venturi, amministratore delegato di Cisco in Italia, su Nova24, a proposito di “rete che cambia l’azienda“, mi entusiasma! Non poco.

Riporto alcuni passaggi VERAMENTE interessanti.

“Concepire la tecnologia come una forza che si pone al servizio della comunità. Comprendere il potere che i network sociali liberano nelle persone. Vivere la tensione utopica che c’è al fondo della grande trasformazione introdotta della rete, contro un’oscurantismo fondamentalmente motivato dalla mancanza di strumenti culturali per conoscere ciò che sta succedendo”

“La collaborazione tra pari che la rete consente, favorisce e suggerisce, genera un arricchimento per le persone che ne fanno l’esperienza del quale ci dobbiamo rendere conto. Se comprendiamo questo possiamo comprendere tutto il resto: sviluppo, equità, paesi emergenti”

“Dal disegno dei prodotti all’assunzione di nuovi collaboratori, la rete delle persone può essere una fonte di ricchezza di idee oppure può essere tagliata fuori. La scelta è decisiva: o si abilita l’azienda al potere devastante della rete o si rifiuta i blocco tutto questo. Ma potrebbe essere un errore molto grave”

“[In Cisco] Nessuno ha mai causato problemi di alcun tipo. Nessuno si sogna di rivelare il codice di un prodotto che uscirà tra due anni. Ma molti scambiano idee e informazioni con l’esterno e si arricchiscono di relazioni e cultura. Del resto, mi pare evidente che lo spionaggio industriale non si fa con i blog. Mentre la relazione di fiducia che si costruisce collamborando in rete con i fornitori e i clienti diventa un ricchezza inestimabile, che dura nel tempo”

“L’Olivetti era un’azienda in cui si pensava al business come a un’attività nella quale i benefici prodotti vanno giustamente condivisi fra tutti gli stakeholders. La cultura della rete ritorna su questo approccio e lo migliora: perchè rende possibili rapporti economici nei quali tutti vincono”

…rapporti economici nei quali tutti vincono! Un sogno.

Quando si parla di manager illuminati…

Annunci

2 pensieri su “Il potere della collaborazione

  1. Proprio a proposito sto leggendo Wikinomics, un libro che se non hai letto ti consiglio di farlo, potrebbe certamente interessarti.

    Io sto pensando a come introdurre queste logiche nel gruppo di lavoro (per cominciare) ma le cose si rendono difficili per molteplici motivi…

  2. Grazie del suggerimento, green 😉 lo metto nella mia wish list.
    In effetti, non ho mai letto così tanto come in questo periodo. Alla faccia del “People don’t read anymore” dell’Uomo Apple (http://antoniotombolini.simplicissimus.it/2008/01/bad-steve-jobs.html)

    L’unica cosa è che il portafoglio inzia a scricchiolare.

    Per il resto, anche io sto cercando di promuovere questa mentalità orizzontale e collaborativa nell’ambiente di lavoro. Ma, come dici tu, NON E’ SEMPLICE!

    Comunque, non mollo… 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...