La perdita di un’ultima fede (nel debito)

Paul Krugman dice: assistiamo «alla crisi di una fede».
La fede che un’economia basata sui debiti, sulla promessa di pagare di miliardi di persone e imprese e Stati, sarebbe stata sempre «liquida».
Crisi di fede nelle agenzie di rating, quelle che ci hanno assicurato che i titoli garantiti da mutui concessi a gente disoccupata o a protestati valevano AAA.
La grande, ultima, vera fede americana: vivere da ricchi a credito.

Link

Pezzo ruvido. Molto ruvido. Contro la “sindrome di Peter Pan”

Da leggere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...