Il Banco di Sardegna entra in Sardigna! – Qualche considerazione

Ecco qualche nota personale sull’evento di ieri. – A proposito, rimanendo fedele alla Teoria della Complessità, e al suo “Try & Learn”, ho sperimentato un mini live-blogging su Twitter. Esperienza interessante… –

Ho trovato noiosa la parte autoreferenziale e pubblicitaria. Molto più coinvolgente quella interattiva con domande (interessanti), risposte (pacate e oneste), quasi-polemiche (ma con i “giusti” toni). Il DIALOGO, finalmente, protagonista.

Fra tante, una domanda (spinosa) sul “ruolo sociale delle banche” mi ha particolarmente colpito.

Mi chiedo. La banca viene percepita come qualcosa di positivo? I “servizi” che offre sono realmente conosciuti? Hanno il giusto prezzo? L’ETICA guida il nostro operato? Siamo “difendibili”?

Domande. Dubbi. Luoghi comuni. Risposte. E’ necessario instaurare un canale di comunicazione bidirezionale, dove dialogare apertamente con le persone (non “consumatori”). State pensando al blog? Anche io! 😉

Chissà…

p.s. Dubbi su Second Life e i sui avatar.

  • Il mio aveva una foltissima chioma bionda. Significa qualcosa?
  • Sapeva ballare da dio e per uno strano fenomeno di magnetismo si è affiancato ad un avatar donna. Una bomba sexy paurosa! Significa qualcosa?
  • Ieri notte mia moglie mi guardava in cagnesco. Significa qualcosa?

🙂

EDIT: Scopro solo ora il blog del progetto “Sardigna in Second Life”. Ecco il link. Lo seguirò via feed…

Annunci

6 pensieri su “Il Banco di Sardegna entra in Sardigna! – Qualche considerazione

  1. Bella esperienza, no?
    Trovo la parte autoreferenziale inevitabile, dovendo parlare della del metodo di comunicazione scelto dalla Banca, anche se mi rendo conto perfettamente che qualcuno si sarà un po annoiato….
    Si affinerà l’uso dello strumento, e forse, i prossimi eventi saranno più coinvolgenti.
    La parte interattiva molto bella e a me, che ero “dietro le quinte”, ha stupito, in positivo, il veloce adattamento di chi non aveva mai avuto a che fare con questo “mezzo”.
    Forse sono magie di Second Life, che è virtuale, certo, ma è molto più reale di quanto sembri….occhio…..(rif. al simpaticissimo “Significa qualcosa?”)

  2. @Andrea

    Credo più nel “parlo io” rispetto al “parlo di me” 😉

    A proposito. Sentire parlare “il direttore del servizio…” mi ha richiamato il concetto di RUOLI e quanto, questi, siano distanti dalle PERSONE. Non credo assolutamente che “tizio direttore di” abbia le stesse idee di “caio direttore di”. Ieri, tizio e caio mi sono mancati.

    Su SL e il suo dualismo virtuale-reale… mia moglie ha chiamato il medico per due strane gobbette che sono spuntate dalla sua fronte. Significa qualcosa?

    😀

  3. Spiegazione:
    per problemi tecnici la presentazione si è dovuta tenere con un solo avatar. Il programma prevedeva che parlassero irinunciabilmente due persone.
    Per limitare i danni abbiamo scelto di dare all’avatar due RUOLI diversi, a seconda di chi parlava, e di non usare i nomi reali delle persone (siamo pur sempre in Second Life!!! ), pena la moltiplicazione delle personalita…a questo punto non doppia, di più, due persone reali che parlano dietro ad una virtuale….insomma, mi sto gia confondendo io adesso figuriamoci cosa poteva accadere a chi ci sascoltava…
    Comunque è andata…facciamo tuning e prepariamo la prossima!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...